La giornalista di guerra Andreja Restek, ospite della biblioteca Monticone di Canelli